Vuoi le scarpe nuove? Accendi la stampante

Vuoi le scarpe nuove? Accendi la stampante

Prima è stato il tempo del fuggi-fuggi dai centri storici e dai loro negozietti verso lo shopping sfrenato e collettivo dei centri commerciali, al grido dell’acquisto più scontato. Poi anche il centro commerciale e le grandi catene dalle grandi occasioni hanno fatto il loro tempo, vedendosi presto sostituire dallo shopping on-line, molto più veloce, pratico e divertente, per quanto decisamente più rischioso.

In pochi, mi permetto di dire, sono capaci di azzeccare al primo colpo taglia e capo che cadono perfetti  e, se non altro, ancora troppo poche sono le società di e-commerce che permettono il cambio del capo acquistato senza tanti problemi. Certamente innovativa in questo senso è stata la società berlinese Zalando che, oltre alla spedizione completamente gratuita,  consente la possibilità di cambiare o addirittura restituire il prodotto acquistato sempre a costo zero.

Ma se tutto questo ci sembrava il futuro, sbagliavamo di grosso. Che cos’è ordinare piattamente on-line quando è possibile vedersi materializzare a tre dimensioni l’oggetto dei desideri con un semplice click? Oggi tutto questo è realtà. Dopo aver sfornato originali oggetti di ogni sorta, infatti,  il designer finlandese Janne Kyttanen apre alla moda le porte delle stampanti 3D.

Kyttanen ha realizzato la prima linea di calzature femminili  “stampabili” in 3D con file “sorgente” scaricabili gratuitamente in rete. Si tratta di una linea di scarpe sabot con zeppa in quattro modelli differenti, stampabili in più colori. Il processo di riproduzione non è del tutto immediato e il consiglio dello stilista è di “lanciare la stampa alla sera perché ci vogliono tra sei e sette ore per sfornare le calzature in 3D. In questo modo il modello desiderato sarà pronto al mattino”. Per chi ha già una stampante tridimensionale, il sito da cui scaricare gratuitamente i file sorgente è www.Cubify.com.
Per chi fosse interessato ma non ancora  munito di questa rivoluzionaria macchina del futuro, l’ordine della scarpa può essere fatto direttamente on-line a Cubify che provvederà, in questo caso a pagamento, a stampare il modello selezionato.

Non ha esattamente la grazia di una collezione Laboutin ma grazie, Kyttanen, il primo passo è stato fatto.