File persi? Ecco come recuperare i dati in pochi passi

File persi? Ecco come recuperare i dati in pochi passi

Può capitare a chiunque di noi di eliminare un file o addirittura una cartella dal computer ed accorgersene solamente dopo qualche settimana di aver combinato un grave errore; ma spesso accade che sono alcuni virus a creare disagi molto simili e quindi andiamo in pieno panico scoprendo che abbiamo perso dei file importanti tra cui documenti di lavoro, fotografie delle vacanze e video.

Quasi sempre c’è un rimedio e grazie alle risorse trovate su Recuperarefilecancellati.net ho deciso di pubblicare questo articolo in cui voglio mostrarvi le soluzioni più valide per recuperare i file persi dal disco utilizzando i programmi più efficaci ed economici disponibili in rete.

Generalmente l’operazione di recupero dati è piuttosto complicata e quindi costosa, infatti, sul territorio italiano sono attive diverse aziende che si occupano esclusivamente di questa attività ma molto spesso i costi per salvare i dati cancellati da un HDD possono superare anche i 1000 o addirittura 2000 euro, pertanto prima di ricorrere a queste soluzioni, vediamo come procedere in maniera autonoma.

Innanzitutto dobbiamo ricorrere ad un software di recovery e ce ne sono disponibili in versione freeware e a pagamento; ovviamente per far si che l’operazione possa avvenire con successo è indispensabile che il disco fisso del PC non abbia danni fisici piuttosto gravi (urti, cadute, scariche elettriche, ecc…) e che non sia passato troppo tempo dal momento in cui i file da recuperare sono stati persi o cancellati; questo perché quando i settori del disco vengono sovrascritti più volte, i dati presenti precedentemente vengono persi in maniera irreversibile. Se hai fatto una formattazione veloce e temi di non poter più recuperare i dati cancellati, non temere perché in molti casi questa operazione non è preoccupante ai fini della buona riuscita.

Ecco quindi quali software possono aiutarti:

Recuva

E’ il programma più famoso della categoria ed è in grado di analizzare il disco in maniera approfondita al fine di estrapolare l’elenco con i dati ancora esistenti ma non più visibili dal sistema operativo e quindi consentire all’utente di selezionarli ed effettuare un recupero selettivo dei dati necessari. Nel wizard di introduzione, il software offre la possibilità di fare l’analisi solo di alcune posizioni dell’hard disk o di determinate tipologie di file (documenti, foto, video, exe, ecc…) .

MiniTool Power Data Recovery

Esclusivamente disponibile in lingua italiano, questo software è straordinario e deve essere utilizzato in maniera incrociata con Recuva poiché in grado di scovare file cancellati dal disco con metodi di analisi differenti. Anche questo permette la ricerca e il recupero selettivo in base a numerosi criteri.

Pandora Recovery

Nonostante abbia un’interfaccia piuttosto rudimentale e semplice, questo programma ha ottenuto feedback molto positivi da numerosi utenti che hanno vissuto un’esperienza simile alla vostra e cercavano uno strumento eccellente per riportare tutto alla situazione iniziale e riottenere i file. La particolarità di Pandora Recovery sta nelle opzioni di ricerca messe a disposizione che rendono l’operazione di recovery senza dubbio più professionale ed efficace.

Non è necessario spiegare passo passo come utilizzare questi programmi poichè sono davvero semplici e dispongono di un’interfaccia grafica ordinata ed intuitiva; i primi due programmi suggeriti sono disponibili per computer Windows e Mac mentre Pandora Recovery è stato sviluppato esclusivamente per il sistema operativo di Microsoft. Gli sviluppatori offrono i titoli in versione freeware con alcune limitazioni.

Per scaricare questi programmi, basta andare direttamente sul sito ufficiale dello sviluppatore e procedere al download delle versioni freeware, quindi potrete dare inizio al recupero dei file eliminati ed incrociare le dita nella speranza di riuscire a riottenere tutti i dati persi.