Schede SD, come trovare la migliore

Schede SD, come trovare la migliore

Per trovare la scheda SD più adatta alle proprie esigenze, uno degli aspetti che devono essere presi in considerazione è senza dubbio quello che chiama in causa la velocità di trasferimento dei dati. Si parla, a questo proposito, di SD Speed Class Ratings, una vera e propria classifica stabilita dalla SD Association che prevede una divisione in classi: a ogni classe di velocità corrisponde una velocità di scrittura continua minima che viene espressa in Mb/s. Così, la classe 2 corrisponde a una velocità minima di scrittura di 2 Mb/s, la classe 4 a 4 Mb/s, la classe 6 a 6 Mb/s, la classe 10 a 10 Mb/s.

Oltre a queste ci sono altre classi: la Video Speed Class V6 corrisponde a una velocità minima di scrittura di 6 Mb/s, la Video Speed Class V10 a 10 Mb/s, la Video Speed Class V30 a 30 Mb/s, la Video Speed Class V60 a 60 Mb/s e la Video Speed Class V90 a 90 Mb/s. E non è finita qui, perché devono essere menzionate anche la classe UHS1 e la classe UHS3, che indicano rispettivamente una velocità di 10 e di 30 Mb/s. La velocità di scrittura minima è garantita in maniera costante con le schede di memoria più avanzate, il che rappresenta una qualità molto interessante per le SD che sono usate per video in alta definizione o per foto in sequenza.

Se si è in cerca della migliore scheda SD, poi, un altro parametro di cui è bene tenere conto in vista di un acquisto è il dispositivo di destinazione: tali schede, così come le microSD e le miniSD, possono – infatti – essere impiegate non solo negli smartphone, ma anche nelle videocamere, nelle fotocamere, nei tablet, eccetera. D’altro canto, ogni scheda ha delle peculiarità particolari, e non tutte sono indicate per lo stesso scopo: per esempio, una videocamera usata per registrare video in formato 4K avrà bisogno di una scheda caratterizzata da una capacità decisamente più alta rispetto a quella usata per uno smartphone.

In genere si può dire che le schede SD sono raccomandate per le consolle di videogiochi, per le fotocamere, per i tablet, per i telefoni cellulari, per i computer e per le videocamere, mentre per gli smartphone sono sufficienti le microSD. Anzi, a dir la verità proprio le microSD hanno avuto un ruolo molto importante per la diffusione degli smartphone, in quanto hanno assicurato una libertà straordinaria non solo ai consumatori, ma anche ai produttori, che hanno potuto approfittare della loro flessibilità e della loro versatilità per una vasta gamma di applicazioni.

Infine, nel caso in cui si abbia bisogno di una scheda SD per le action camera, per le telecamere dei droni o per le Go Pro, si può puntare con sicurezza sulle microSD, che funzionano anche sulle versioni più recenti dei più diffusi sistemi operativi per device mobili, come Windows Mobile e Android Marshmallow. Comunque, non bisogna dimenticarsi degli adattatori, fermo restando che le microSD possono essere sempre alloggiate negli slot ideati per le schede SD ma non viceversa.