Il successo delle dirette su Facebook. Ecco come farle!

Il successo delle dirette su Facebook

Giorno dopo giorno cresce in modo esponenziale il numero delle dirette su Facebook, un fenomeno che a livello globale coinvolge un pubblico sempre più numeroso e che conta ogni giorno oltre 8 miliardi di “‘views”. Secondo i dati statistici ufficiali sono 500 milioni le persone che nell’arco delle 24 ore guardano almeno una clip. Secondo GlobalWebIndex la funzione Facebook Live ha raggiunto un livello di penetrazione del 20%, con 1 utente su 5 che giornalmente utilizza il servizio offerto dal social media. Ad oggi è possibile realizzare una diretta Facebook esclusivamente attraverso l’App, ma Mark Zuckerberg sta lavorando per portare questa funzione anche sui dispositivi desktop. Ma come si fanno le dirette su Facebbok? E perché hanno tanto successo?

Per poter registrare una diretta video su Facebook bisogna aver installato sul proprio dispositivo iOS o Android (dotato di fotocamera, ma ormai oggi ce l’hanno tutti) l’App di Facebook. Dopo aver eseguito l’accesso al social media più famoso del mondo con il proprio account, basterà andare sulla schermata di composizione dello stato e cliccare sull’apposita icona denominata “Live” che farà partire la diretta video. Gli utenti hanno la possibilità di andare in onda pubblicando il video direttamene sul proprio profilo Facebook, oppure in alternativa all’interno di una Pagina o in un Gruppo. Inizialmente Facebook aveva imposto un limite di 30 minuti alle dirette video, limite che successivamente è salito fino a 90 minuti. Ma visto il grande successo ottenuto dai “Live” i vertici dell’azienda statunitense hanno deciso di consentire delle dirette di durata illimitata. Durante lo streaming gli utenti possono visualizzare i dati relativi al numero di persone che stanno seguendo la diretta, che a loro volta possono interagire inserendo dei commenti in tempo reale. Tra le opzioni a disposizione degli utenti c’è anche quella di limitare la trasmissione dei propri video in una determinata area geografica, selezionando le zone che si desidera raggiungere. Una volta chiusa la diretta il video, nel caso in cui la durata non sia superiore ai 90 minuti, il live appena registrato rimane visibile come qualsiasi altro filmato.

Il successo delle dirette Facebook è dovuto principalmente ad un fattore: è un’operazione molto semplice e poco impegnativa che tutti sono in grado di compiere. Prima la funzione “Live” era accessibile solo agli utenti verificati, ma oggi tutti possono registrare il proprio video in diretta. Questa scelta ha fatto crescere non solo il numero dei “registi”, ma soprattutto il numero degli “spettatori”. Ma dietro al successo come sempre ci sono i soldi, in questo caso quelli derivanti dal social media marketing. Mark Zuckerberg ha sempre manifestato un forte interesse nei confronti delle dirette video, ed è per questo motivo che Facebook (secondo alcune indiscrezioni rilasciate dal Wall Street Journal) avrebbe finanziato il progetto pagando celebrity e media company per veicolare filmati in diretta sulla piattaforma social. Durante i “Live” gli editori hanno la possibilità visualizzare in sovraimpressione gli Engagement Graphs, analizzando in questo modo l’andamento della diretta video per capire quali sono i momenti che portano ad una maggiore interazione degli utenti. Si tratta di una funzione molto interessante che consente di individuare velocemente quali sono state le scene di maggior impatto, per poter migliorare le dirette successive.